Con WordPress 3.4 che sta per arrivare anche nella sua versione “italiana”, è un ottimo momento per familiarizzare con le nuove funzionalità aggiuntive. La nuova versione di WordPress offre molti miglioramenti, tra cui sfondi e header personalizzati, un personalizzatone “live” del tema, un rinnovato XML-RPC, un migliore supporto per l’internazionalizzazione, molti bug-fix e miglioramenti. Tuffiamoci per vedere cosa WordPress 3,4 ha in serbo!

 

Intestazioni e Sfondo

Quando WordPress aggiunto le “immagini in evidenza” come una caratteristica fondamentale dalla sua versione 2.9, una nuova funzione è stata aggiunta – add_theme_support . Era (ed è) evidente che questo è un precursore delle cose a venire: la standardizzazione delle caratteristiche del tema. Dalla sua introduzione, add_theme_support gestisce i formati dei post, i feed-links, e ora nella versione 3.4, sfondi personalizzati e header saranno aggiunti alla lista.

L’AGGIUNTA DI UNO SFONDO PERSONALIZZATO

Per utilizzare questa funzione, basta richiamare la funzione add_theme_support () con ‘custom-background’ come primo argomento, e un elenco di opzioni predefinite come seconda. Ecco un esempio che mostra la sintassi di base:

1 $args = array(
2     'default-image'
=> get_template_directory_uri() . '/images/bg-default.png',
3     'default-color'
=> '#fafafa',
4     'wp-head-callback'
=> '',
5     'admin-head-callback'
=> '',
6     'admin-preview-callback'
=> ''
7 );
8
9 add_theme_support( 'custom-background', $args )

Una volta che il codice è a posto, vedrete come le modifiche abbiano effetto nella bacheca di WordPress.



L’AGGIUNTA DI UN HEADER PERSONALIZZATO

Le funzioni per l’aggiunta di un header personalizzato funzionano più o meno allo stesso modo. Oltre al nuovo modo di definirli, è ora possibile renderli flessibili in altezza o larghezza, che è una grande risorsa per i progettisti di un tema.

01 $args = array(
02     'flex-height'            => true,
03     'height'                 => 200,
04     'flex-width'             => true,
05     'width'                  => 950,
06     'default-image'          => get_template_directory_uri() . '/images/headers/header-default.jpg',
07     'random-default'         => false,
08     'default-text-color'     => '',
09     'header-text'            => true,
10     'uploads'                => true,
11     'wp-head-callback'       => '',
12     'admin-head-callback'    => '',
13     'admin-preview-callback' => '',
14 );
15 add_theme_support( 'custom-header', $args );

Dopo aver aggiunto questo codice i relativi controlli verranno visualizzati nella scheda Aspetto e sarete in grado di impostare “intestazione personalizzata” e “background-image”.



Live Theme Customizer

Penso che questa rappresenti in assoluto una delle migliori novità degli ultimi aggiornamenti sianodi WordPress.
Il modo migliore per familiarizzare con questa funzione è quello di seguire il breve tutorial video (by Ottopress). Consiglio anche il suo articolo su come sfruttare al meglio il personalizzatore dei temi.
 

 
Nel prossimo futuro cercherò di fornire uno sguardo in profondità a questa funzionalità impressionante, ma per questo post, la funzione è troppo complessa per presentarla in modo conciso.
Per iniziare, leggere l’articolo di Otto potrebbe rappresentare un buon punto di partenza.
Ecco, in breve, un rapido elenco delle principali caratteristiche della nuova funzione.

È una funzione orientata agli oggetti, per sfruttarla è necessario compiere i seguenti passi:

  1. Aggiungere il customizer (hook to ‘customize_register’)
  2. Aggiungere uno spazio di personalizzazione – una sezione (con add_section () )
  3. Aggiungere un impostazione che si desidera essere in grado di controllare (tramite add_setting () )
  4. Aggiungere il controllo che viene utilizzato per modificare l’impostazione (utilizzando add_control () )
  5. Personalizzare la funzionalità di anteprima così da lavorare in tempo reale

L’anteprima dal vivo è la grossa novità di questa versione di WordPress ed è già uno strumento molto potente; ci saranno senza dubbio numerosi aggiornamenti e integrazioni, così che gli sviluppatori dei temi avranno finalmente una funzione comune e flessibile che permetta agli utenti di personalizzare i propri temi.
 
 

Aggiornamenti delle librerie esterne

Oltre alla correzione degli errori presenti nella precedente versione, vale sempre la pena di verificare l’aggiornamento delle librerie esterne. Questa versione porta un bel po’ di novità, per citare solo le più importanti:

  • PHPMailer aggiornato alla 5.2.1 # 19887
  • TinyMCE aggiornato a 3.4.8 # 19969
  • jQuery aggiornato alla 1.7.2 # 20339
  • jQuery UI aggiornato alla 1.8.20 # 20559
  • SimplePie aggiornato alla 1.2.1 # 18309
  • hoverIntent aggiornato per r6 # 19311